Newsletter settembre 2018

Cari lettori, la presenza dei fisioterapisti lombardi ha caratterizzato la prima metà del mese, vediamo come:

Lunedì 03 sono arrivateAlessandra, Lorenza, Oriana, Mara fisioterapiste di A.I.FI. Lombardia, Elena infermiera e Sabrina psicologa.Hanno portato tante attrezzature per l’allestimento del nostro reparto fisioterapico; alcune cose dallo studio fisioterapico di Marisa. Inoltre medicine e articoli sanitari: grazie alla Farmacia Brivio dott. Giorgio di Erba, ortopedia Castagna, ortopedia Pessina, ortopedia Roll Star, Dispotech ecoro “in armonia” di Chiavenna, anche tanti privati che hanno partecipato con donazioni di soldi.

I nostri bimbi della scuola materna, con le maestre, hanno intonato canti di benvenuto:

 

Martedì 04 visita al reparto fisioterapico editerapia OCCUPAZIONALE dell’Ospedale Generale di Malindi:

 

Venerdì 07 abbiamo partecipato alla celebrazione della S. Messa: father Jackson ha ricordato la nonna di Alessandra e Sabrina, mancata all’età di 88 anni, giorni addietro. 

 

Per tutta la settimana hanno visitato, nel nuovo reparto fisioterapico, i pazienti bisognosi di terapie:

 

 

 

 

 

 

 

L’infermiera Elena ha visitato e collaborato con Sister Justina, mentre Sabrina ha decorato le pareti e realizzato i pannelli

 

Sabato 08 conferenza al Tabasamu Hall con officer, medici, fisioterapisti e la popolazione di Kaembeni e dintorni. Prima la visita ai nostri reparti in cui Suor Justina e il Dr. Nelson K. hanno spiegato in swahili l’organizzazione che Claudio ha concepito: dispensario per le visite, laboratorio analisi, maternità, fisioterapia con sala gessi e vaccinazioni:

 

Sister Justina introduce e spiega il Tabasamu Dispensary      Dr. Nelson K. spiega il reparto maternità/sala parto

 

Dr. Nelson K. spiega la degenza al reparto maternità             Dr. Nelson K. spiega il Laboratorio Analisi

 

A seguire si è procedutoall’inaugurazione del reparto fisioterapico: ecco il taglio del nastro alla presenza anche dei fisioterapisti kenioti:Alessandra, Mara, Lorenza, Oriana con Andrew e Daniel, insieme al Dr. Nelson:

 

 

 

 

In seguito la conferenza con le slide che ha preparato la fisioterapista Oriana. Il maestro Joseph ha tradotto in simultanea in lingua swahili. Le slide hanno ricordato la figura di “Mama Marisa”, anche in qualità di fisioterapista e spiegato alla popolazione intervenuta in cosa consiste l’attività fisioterapica.

 

 

Claudio ha introdotto e concluso la conferenza, ringraziando gli intervenuti e ricordando alla popolazione la finalità del Tabasamu Centre e la valenza dei servizi che offre il Tabasamu Centre alla collettività di Kaembeni e dintorni:

 

 Dr. Nelson K.                              Fisioterapista Andrew                                   Ergoterapista Daniel M.

 

Officer Ministry of Health John KisaSister Justina nurse                              Sister Beatrice Manager

 

Il reparto fisioterapico si presenta così:

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche la stampa italiana si è espressariguardo l’evento:

 

Ringrazio il Presidente A.I.FI. Gianluca che ha postato su FACEBOOK A.I.FI. LOMBARDIA:

 

 

Mercoledì 12 visita al S. Francis Rehabilitation Project, colloquio con il fisioterapista Hussein e consegna di materialetermoplastico in donazione.

 

 

Venerdì 14 alle ore 13,00 è nata la vitellina dalla mucca Vincenzina:

 

Venerdì 14 la psicologa Sabrina ha tenuto una conferenzaagli insegnanti delTabasamu Centre sul coinvolgimento degli alunni nell’aspetto educativo:

 

E per finire alle ore 16,30 abbiamo partecipato al rito dell’ammaina bandiera, con le raccomandazioni dei maestri:

 

con i saluti finali con i canti dei bambini:

 

La vita  al Tabasamu Centre continua: stiamo già lavorando ai preparativi del 2° Trofeo Marisa che partirà il 15 ottobre:

è stato completato il nuovo campo di netball femminile, il gioco africano che è una via di mezzo tra il basket e il volley:

 

È stato ampliato il campo di calcio: aggiunti 10 mt. in larghezza e 20 mt. in lunghezza. Ora le misure sono di 70 mt. x 40 mt. I bimbi crescono, pertanto un campo adeguato alla loro crescita e all’accoglimento di altre scuole per le gare. Sono state realizzazate inoltre nuove tribune di calcio:

 

 

 

L’ingresso carraio è stato completamente rifatto (per innalzamento del livello stradale), incluso l’innalzamento del cartello raffigurante Marisa (haimè un poco scolorito dal sole) e le nuove scritte della nostra “visione, missione e motto”:

 

Già si vedono i primi risultati:  dopo pochi trattamenti fisioterapici Sakina riesce a stare seduta. Grazie a Oriana e i fisioterapisti italiani, anche Andrew, bravo fisioterapista keniota che lavora da noi per due giorni alla settimana.

 

DECENNALE DALLA FONDAZIONE DI SOLIDARIETA’ KENYA ONLUS

PARTECIPATE NUMEROSI: UN’OCCASIONE UNICA CON PROIEZIONI DI  VIDEO, MUSICA AFRICANA, LOTTERIA E TANTE NOVITA’ SUL TABASAMU CENTRE.

 

 

 

PAPA FRANCESCO il 15 SETTEMBRE in visita in Sicilia, nel segno di DON PUGLISI beato (ucciso dalla mafia 25 anni fa), ha tra l’altro detto:

... la logica del dio-denaro è perdente. Guardiamoci dentro. Avere spinge sempre a volere: ho una cosa e subito ne voglio un’altra, e poi un’altra ancora, sempre di più, senza fine. Più hai, più vuoi: è una brutta dipendenza. Come una droga. Chi si gonfia di cose scoppia. Chi ama, invece, ritrova se stesso e scopre quanto è bello aiutare, servire; trova la gioia dentro e il sorriso fuori...

ha aggiunto:

«Chi vive per sé, chi moltiplica i suoi fatturati, chi ha successo, chi soddisfa pienamente i propri bisogni appare vincente agli occhi del mondo. La pubblicità ci martella con questa idea, eppure Gesù non è d’accordo e la ribalta. Secondo lui chi vive per sé non perde solo qualcosa, ma la vita intera; mentre chi si dona trova il senso della vita e vince»

Dunque:

«c’è da scegliere: amore o egoismo».«L’egoista pensa a curare la propria vita e si attacca alle cose, ai soldi, al potere, al piacere.«Il denaro e il potere non liberano l’uomo, lo rendono schiavo. Vedete: Dio non esercita il potere per risolvere i mali nostri e del mondo. La sua via è sempre quella dell’amore umile: solo l’amore libera dentro, dà pace e gioia. Per questo il vero potere, il potere secondo Dio, è il servizio. E la voce più forte non è quella di chi grida di più, ma la preghiera. E il successo più grande non è la propria fama, ma la propria testimonianza».

Mentre all’Angelus di domenica 16 ha detto:

... Spesso nella vita, per tanti motivi, sbagliamo strada, cercando la felicità nelle cose, o nelle persone che trattiamo come cose. Ma la felicità la troviamo soltanto quando l’amore, quello vero, ci incontra, ci sorprende, ci cambia. Lo dimostrano le testimonianze dei santi. Solo l’amore può cambiare tutto».

... LE CONSIDERO PILLOLE DI SAGGEZZA ...

 

2020  Solidarietà Kenya Onlus