Newsletter Dicembre 2021

DAL TABASAMU CENTRE DI KAEMBENI, LUOGO DI COOPERAZIONE TRA ITALIANI E KENIOTI, AUGURIAMO A TUTTI LIETE FESTE NATALIZIE E UN FELICE ANNO 2022.

 

Ringrazio le persone che mi hanno inviato messaggi WhatsApp e email (dopo aver letto la newsletter di novembre) con attestati di stima, affetto e ammirazione, per quello che faccio qui in Kenya. Sono persone che mi conoscono e sanno riconoscere il mio sacrificio, dedicato alla popolazione keniota, in nome di Marisa. Ma ritengo che altre persone possano pensare che la popolazione keniota non meriti il vostro aiuto, il mio sacrificio, perché problematica. Non è così! Ogni paese, per cultura, ha i suoi problemi e, a maggior ragione, i popoli del terzo mondo, ne hanno più bisogno. Se vogliamo migliorare il mondo globalizzato in cui viviamo, dobbiamo essere uniti, altruisti e generosi verso il prossimo. I problemi di un popolo, seppur lontano, possono diventare un problema di tutti. La pandemia, non ancora debellata, ne è un esempio.   

NELL’IMMINENZA DEL S. NATALE VI RIPRESENTO I 30 BIMBI DELLA BABY CLASS (ANNO SCOLASTICO 2021, DAL 26.07.21 AL 04.03.22) CON LA MAESTRA JOYCE. POI PASSERANNO ALLA P.P.1 (prima classe della scuola materna). HANNO DAI 2 ANNI AI 3 ANNI. È A LORO CHE DOBBIAMO CONCENTRARE LA NOSTRA ATTENZIONE: RAPPRESENTANO IL FUTURO DEL KENYA, SU LORO DOBBIAMO INCIDEDRE CON L’EDUCAZIONE PER OTTENERE UN , SEPPUR MODESTO E GRADUALE, CAMBIO DI MENTALITA’.

AIUTATECI AD AIUTARLI: IL SOSTEGNO è DI € 150/ANNO A BIMBO

LORO SANNO CHE LA GENEROSITA’ DEGLI ITALIANI è GRANDE, NON DELUDIAMOLI

 

IL S. NATALE SIA L’OCCASIONE PER UN’OPERA BUONA, GENEROSA, IN AIUTO AL PROSSIMO. SACRIFICATE UNO DEI REGALI CHE PENSAVATE DI FARVI. FATE UN FIORETTO PER LORO.

Mercoledì 01: i cambiamenti nell’organizzazione del personale continuano, anzi accelerano. Questo mese è molto significativo per due principali motivi: il primo è che, con una lettera scritta da Claudio, tutti i lavoratori interessati a lavorare al Tabasamu Centre dal gennaio 2022, dovranno consegnare entro il 15.12, una richiesta di lavoro con allegato un curriculum vitae, che Claudio, Mary e il Preside Edward dovranno esaminare, avere colloqui con gli interessati e ridefinire gli stipendi in accordo con gli stessi. L’intento è motivare i bravi lavoratori ed eliminare gli scansa fatiche (che Sidi copriva in quanto suoi conoscenti). Il passaggio è da una gestione assistenziale a una dal carattere soprattutto meritocratico, dunque più efficienza. Il secondo motivo è il trasferimento della mia (ex) assistente Sidi al reparto Dispensario. Con l’ingrossarsi del Tabasamu Centre: 742 alunni e 40 dipendenti, penso si sia montata la testa con l’acquisizione di un “potere” conferitosi oltre misura. In pratica venivo a conoscenza a cose fatte, da lei decise … devo dire che, per me inaspettato, la Comunità, quella Cattolica in particolare, mi protegge, hanno dimostrato considerazione alla mia persona, per quello che faccio per loro e mi hanno aperto gli occhi (ringrazio Father Samuel) sul comportamento di Sidi, durante la mia non presenza in Kaembeni. Un altro dato di fatto è che non è amata da buona parte della Comunità, proprio per il suo forte carattere e l’atteggiamento da “Signora-Capa del Tabasamu Centre”, mal tollerato dalla Comunità! Il Tabasamu Centre stava rischiando di perdere il suo buon nome, mentre Sidi si faceva bella e importante sul sudore e sacrificio di Claudio e dei benefattori italiani. Al momento è stata trasferita al reparto sanità, privata dell’accesso all’ufficio direzionale di S.K.O. Tutto quello che faccio per il Tabasamu Centre è in onore alla figura di Marisa e chi non rispetta me o il Tabasamu (ma lo usa ai propri fini), non rispetta Marisa, pertanto non merita di stare con noi. L’indagine prosegue sulla gestione dei soldi, non totalmente trasparente. Nel contempo Mary (Assistente Sociale, con incarico di Manager) effettua continue interviste con il personale (per valutare eventuali malumori e cercare di migliorare la loro redditività) e con gli alunni (per valutare il lavoro degli insegnanti).  

Mercoledì 01 ho comprato 100 kit per l’esame di gravidanza, perché dall’investigazione tra le ragazze, effettuata da Mary, è emersa la possibilità …, infatti …

 

Giovedì 02 esame delle urine a 73 ragazze “selezionate” del Tabasamu Primary School, per il test di gravidanza, in cui è emerso un caso in classe 7. Mary ha immediatamente chiesto alla maestra un colloquio con la ragazza e lunedì 06 con la nonna. Certo, prima non avevamo questi problemi, ma crescendo le alunne … potenzialmente dai 12 anni circa possono far scaturire tali problemi. Ricordo Margaret, quando siamo arrivati nel 2009, aveva 17 anni già con 3 figlie, l’ultima Tatu, di 2 anni in cattive condizioni di salute. Vuol dire che a 15 anni aveva già partorito 3 figlie. Il marito morto in un incidente stradale! L’abbiamo accolta per diversi anni al Tabasamu, stava a dormire, gli davamo vestiti, cibo, … ogni cosa, poi ha sentito il bisogno di avere nuovi rapporti (fissava appuntamenti con un ragazzo di notte, mentre Sidi dormiva). Così gli ho chiesto di valutare e scegliere un partner serio che prenda in carico lei e le 3 figlie e che era libera (anzi auspicabile) di formare una nuova famiglia. Di certo doveva interrompere gli incontri notturni al Tabasamu C. per il buon nome del Centro. Cosicché dopo un certo periodo si è allontanata ed ho saputo che si è messa con un altro uomo, col quale ha generato altri due figli (sino al 2015, poi non so) mentre le tre bimbe sono state reclamate dal fratello maggiore del marito defunto. Si, perché qui le bimbe sono un patrimonio in quanto già in giovane età vengono cedute ad un richiedente marito, che dovrà pagare (di solito un mix in beni materiali: capre e/o mucche e soldi cash) al padre (in questo caso allo zio) che le ha cresciute. Fare figli è un valore, un patrimonio, soprattutto se femmina e con più studia, più costa averla in sposa.    

Venerdì 03 un intervento di pronto soccorso, come tanti che avvengono, anche se non vi riferisco: solo se capito al dispensario nel momento della presenza e riesco a carpire una foto. Il caso in questione riguarda la mamma di Habel nostro Vice Preside. In questo periodo di carestia (dovuta alla mancanza di acqua e piogge) molti anziani sono disidratati.   

 

Venerdì 03 si è presentato un problema alle toilette delle ragazze, lo stesso del mese scorso dei maschi (feci e urine galleggianti maleodoranti). Gli utenti non sono abituati ad usare una toilette (nel nostro caso è una turca) con una tubazione collegata alla fossa biologica e al pozzo perdente: ho previsto questi manufatti per rispetto all’ambiente, ma è un criterio non in uso nelle zone rurali in Kenya. Infatti i più poveri lasciano gli escrementi in vista nel prato-bush, vicino alla loro capanna, e non usano la carta igienica, al massimo foglie. I più organizzati, vicino alle capanne hanno un bugigattolo di circa 1,20 mt. quadrato, con una tenda per entrarci e fare i propri bisogni in privacy. All’interno della loro toilette viene praticato un buco profondo (fino a 6 mt. di norma) che corrisponde ad un pozzo nero, sopra il quale si lascia un buco per consentire l’afflusso diretto delle feci e delle urine. Senza tubazioni! In modo da non avere  otturazioni! Se consegno i rotoli di carta igienica (per non usare la carta di quaderno), questi vengono sistematicamente rubati (se li portano a casa).  Ogni volta che dobbiamo disotturare le tubazioni della fognatura è un costo, perché i 2 fundi (artigiani), aggiungono al costo normale un raddoppio per la tipologia del lavoro ingrato. Questi problemi sono sorti con l’arrivo dei nuovi 300 studenti.

Sabato 04 abbiamo dovuto tagliare in pezzi, per legna da ardere in cucina, un grosso ramo di una pianta, spezzatosi nella notte. Per fortuna non è caduto nelle ore di scuola dove sostano i bimbi della scuola materna. È il secondo albero che muore (il primo è stato un kilifi) a causa dei parassiti, agevolati nel loro lavoro distruttivo, dalla siccità.

 

Potete vedere sotto le aiuole della scuola completamente senza erba, in precedenza piantata. A parte il verde delle foglie degli alberi, al suolo non esiste più un ciuffo d’erba. Sempre a causa della siccità nelle zone rurali diversi animali muoiono per mancanza di cibo e d’acqua. Quest’ultima viene acquistata per preparare la polenta e le verdure da mangiare. Purtroppo viene sempre meno usata per lavarsi, aumentando casi di scabbia. Gli eucalipti piantati dagli alunni stanno soffrendo e alcuni (pochi al momento) sono già morti. La nostra bolletta dell’acqua è schizzata: è un bene che viene sempre più conteso!

 

Senza pioggia, ma col forte sole associato a tanta umidità (si suda pure a stare fermi all’ombra) aumentano casi di tosse (siamo tutti impolverati e respiriamo polvere nell’aria mossa dal leggero vento), influenze, deperimento, disidratazione, … il nostro dispensario, soprattutto la mattina, è sempre pieno di pazienti. Io stesso sono disidratato con episodi di tachicardie notturne (ho bisogno continuamente di integratori, di potassio in particolare, che qui non trovo).

 

Non ce la faccio più a star dietro all’acquisto di medicine! Compriamo Paracetamolo e Amoxicillina a colpi di 1.000 pastiglie ogni settimana-10 giorni! Al Dr. Isaac è morta la nonna, cosicché dal 05 è assente sino a dopo Natale, in quanto ha aggiunto le ferie. Lo sostituisce, per tre giorni la settimana Andrew fisioterapista, che si divide tra le visite dei pazienti con somministrazione di medicinali e i consueti trattamenti fisioterapici

 

Dagli esami delle urine del giorno 02.12 non era emerso un caso di una ragazza della classe 8, in quanto ha sostituito le proprie urine con quelle di un’altra ragazza-amica  della stessa classe. Ignaro il Dr. Isaac, ma con l’investigazione dell’Assistente Sociale-Manager Mary è emerso questo nuovo caso, in aggiunta alla ragazza della classe 7. Purtroppo, nonostante i colloqui tenuti dalla nostra Assis. Sociale alle ragazze, di non cedere alle tentazioni sessuali in età così precoce, non ascoltano! I casi di ragazze-madri sono per lo più con problemi familiari: orfani o genitori divisi (che si dimenticano di aver fatto figli, che vengono curati dalle nonne), … il tessuto sociale è scollato, anche quello familiare, ognuno si fa i propri bisogni, in piena libertà, senza pudore, precauzioni, rispetto, … in totale mancanza di valori. Ho già avuto modo di scrivere nei miei libri riguardo la vita dal carattere un po’ primordiale, preistorico, che conducono nelle zone rurali (lontano dalla civiltà): la giornata è cadenzata dal mangiare, dormire, procreare.

Giovedì 09 colloquio di Mary prima, poi col Preside, con la nonna e la ragazza di classe 8 risultata incinta.

 

Venerdì 10 arrivato pullman da Nairobi con 45 giovani cattolici: continua la collaborazione di Claudio e del Tabasamu Centre con la Diocesi di Malindi e il nostro Parroco Father Samuel Kenga. Da venerdi 10 a lunedì 13 il Centro è stato messo a loro disposizione. Hanno potuto divertirsi giocando al pallone, tenere un seminario al Tabasamu Hall con relatore il Parroco, la S. Messa nella chiesetta donata da Claudio, …

 

Lunedì 13 (anziché Domenica 12) la festa nazionale chiamata jamuhuri day, ossia Festa della Repubblica. In Kenya è consuetudine, per non perdere la festività, spostarla in un giorno feriale, qualora combaci con la domenica (prioritario festeggiare). Dal lontano 12.12.63 ad oggi sono 58 anni di Repubblica! Seppur non più giovane, ha comunque bisogno di incrementare la democrazia, i diritti civili e soprattutto debellare la corruzione. Ciò nonostante devo dire che ci sono stati grandi cambiamenti e grande sviluppo dal 1993 (anno della mia prima venuta in Kenya) ad oggi.

Martedì 14 fino a Venerdì 17 corso di aggiornamento di 4 giorni per 2 maestri scelti dal Preside. In questi casi devo pagare il trasporto, i pranzi e la quota fissata dal Ministero dell’Educazione. Anche questi sono costi: siamo obbligati a partecipare.

Mercoledì 15 dopo diverse volte che incontravo questa anziana signora in strada, nel ritorno a Malindi, dal Tabasamu C., ho deciso di fermarmi e con la scusa di una foto, ho dato un’offerta per acquistare cibo : è Natale e dobbiamo essere più buoni! Se potessi aiuterei tutti gli anziani e tutti i bimbi che incontro… lo farei.

 

 

Mercoledì 15 è venuta a trovarci la piccola LINET, figlia di Kanze (morta per problemi di malformazione al cuore) con la nonna, che l’accudisce come una madre. A loro diamo ogni mese soldi per acquistare il latte.

 

Giovedì 16 assemblea con i genitori: occorre  insistere e ripetere le stesse cose per convincere i genitori: devono partecipare e sostenere il Tabasamu C. non abbiamo alternativa, se non chiudere il Centro. I 500 ksh. del 1° trimestre sono stati pagati da parecchi, ma del 2° trimestre solo pochissimi e ai primi di gennaio inizia il 3° trimestre. Dovevano servire per pagare il cibo, ma siamo in difficoltà per mancata riscossione di quanto pattuito. I genitori hanno ben compreso la situazione ed hanno anche capito che non si può continuare per l’eternità ad avere tutto pagato. Hanno anche applaudito al discorso di chiusura del meeting da parte di Claudio, riconoscono il grande lavoro fatto e che il Tabasamu è per loro. Hanno promesso che il 03 gennaio 2022, inizio del 3° trimestre, verranno a pagare la quota del 3° trimestre e poi poco alla volta pagheranno gli arretrati: hanno bisogno di tempo per metabolizzare e per organizzarsi.     

 

SOTTO: L’INTERVENTO DI UN GENITORE.

 

 

Giovedi 16 prima delle due giornate al mese di vaccinazioni. Purtroppo, assente il nostro dr. Isaac, ho dovuto pagare un dottore per le iniezioni. Costato una cifra se consideriamo le poche ore di lavoro.

 

 

Giovedì 16 GIORNATA MEMORABILE: tutta mattina ha piovuto! Non vedevamo l’ora che piovesse, ma così troppa in una sola volta … no! Too much! Infatti … ci ha allagato! I cambiamenti climatici, con la grande siccità: pensate che non ha piovuto a maggio (Grandi piogge), ne a Novembre (Brevi piogge). Speriamo continui, ma in modalità moderata. Abbiamo rimpinguato le nostre water tank raccogliendo acqua meteorica dai tetti. Penso che possa ricrescere l’erba nelle nostre aiuole. Ne beneficerà anche il bestiame, oltre che la popolazione.

 

SOPRA: allagato il campo di NETBALL e la porzione di strada d’accesso delle ambulanze al reparto maternità,…

SOTTO: la vista da un’altra angolazione.

 

SOTTO: l’allagamento tra il parcheggio visitatori e la muratura divisoria del reparto maternità.

 

Venerdì 17 ho congedato Emmanuel (venuto a casa a Magarini per le feste natalizie), studente universitario di Maseno, a cui paghiamo le school fees. Il 03 gennaio inizierà il 3° anno e dovrò a fine dicembre pagare la 1° rata del 3° anno. È stato con noi al Tabasamu per oltre 2 settimane per riconoscenza e mi ha aiutato a mettere ordine in ufficio e alla libreria. In dono ho dato penne e cancelleria varia, utile per i suoi studi universitari.

 

Venerdì 17 CLOSING DAY 2° TRIMESTRE ANNO SCOLASTICO 2021. Nel pomeriggio, dopo le copiose piogge, con i discorsi e le raccomandazioni dei maestri e finale di Claudio che ha augurato MERRY CHRISTMAS AND HAPPY NEW YEAR a tutti i bimbi e i loro genitori e ai maestri. Uno stacco salutare per tutti. Il 2021 è stato un anno molto intenso e pesante. Confidiamo in un 2022 e i successivi anni con la visione di Claudio per la crescita del Tabasamu C. grazie alla collaborazione di tutti.

 

 

 

Sabato 18 matrimonio al Tabasamu Hall: abbiamo affittato la struttura e con l’offerta che ci daranno, compreremo cibo per gli alunni.

 

Anche la Toyota Noah ha bisogno di manutenzione, non solo di “service” ogni 5.000 chilometri. Problemi all’apertura delle due porte scorrevoli laterali (causa polvere), all’impianto elettrico e luci, … l’auto del 2004, in nostro possesso dal 2012, ha un’età che implica continue riparazioni.

 

Da lunedì 20 a fine anno Claudio, Mary ed Edward selezioneranno i lavoratori al Tabasamu Centre dal 03 gennaio 2022 per una nuova organizzazione, stimolante e produttiva.

 

Il nuovo quadretto con il volto di Marisa campeggia in posizione centrale alla parete della nuova postazione di Claudio (che era di Sidi), sopra il mobile, insieme ai trofei sportivi (a Lei dedicati), al regalo - scultura di 2 giraffe, consegnatomi dal Vescovo in dono e al quadro di Alberto pittore di Novi Ligure, vedovo di Floriana. Se riesco ad avere un altro quadretto di Alberto, lo appendo sulla destra e si completa il tutto.

 

 

AL MOMENTO NON è ANCORA POSSIBILE VENIRE A VISITARE IL TABASAMU CENTRE, STARE CON I BIMBI E SVOLGERE ATTIVITA’ DI VOLONTARIATO, MA CI AUGURIAMO CHE DAL FEBBRAIO 2022, LO SARA’ (Ministro Speranza e varianti Covid-19 permettendo).

I voli possibili: Charter con Neos e Condor, voli di linea con Ethiopian Airlines, Qatar, Emirates, KLM,

 

TURISMO RESPONSABILE o se preferite TURISMO SOLIDALE o se volete TURISMO ESPERIENZIALE, ecco cosa VI PROPONIAMO: VIVERE UN’ESPERIENZA UNICA AL TABASAMU CENTRE a Kaembeni e al ROYAL TULIA HOME a Malindi, con CLAUDIO, Chairman di SOLIDARIETA KENYA ONLUS. Insieme in un mix di ESPERIENZE UMANE e SOCIALI, in cui i sentimenti e le emozioni vengono esaltate, interagendo con i nostri 650 bambini, unitamente al relax in spiaggia nei week end all’Oceano Indiano o in Savana per un safari fotografico, oppure a visite culturali (la cucina del diavolo a Marafa, le Rovine di Gede, il Falconario, Vasco Da Gama Pillar, Museo di Malindi,…) ed altre interessanti gite. Una permanenza che di sicuro Vi arricchirà di contenuti, di umanità, di condivisione, partecipando ad un progetto sostenibile, da vivere con sobrietà, essenzialità, di lotta allo spreco. Il ROYAL TULIA HOME è pronto a riceverVi con una cucina rinnovata, con prodotti naturali, … per farVi star bene, perché “far del bene … fa bene, … a sé stessi, anzitutto”.

 

Per chi volesse venire in Kenya, è necessario aver fatto un tampone molecolare eseguito non più tardi di 96 ore dall’arrivo a Nairobi o Mombasa. Essendo la percentuale dei vaccinati con seconda dose non superiore al 5%, vige ancora l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi pubblici e nei negozi, ed in ogni situazione di incontro, dove peraltro resta consigliato rispettare le distanze sociali di almeno 1.2 metri. All'ingresso di ogni attività, è inoltre obbligatorio misurare la temperatura corporea di chi entra e invitarlo a disinfettarsi le mani.

 

IL PROGETTO DEL NUOVO DORMITORIO al TABASAMU CENTRE - KAEMBENI

Domenica pomeriggio 1° agosto è iniziata la “BOARDING SCHOOL”, ossia la permanenza fissa degli studenti di CLASSE 8: l’ultima classe, che deve sostenere gli esami finali della conclusione del ciclo della Primary School (8 anni), paragonabili alla nostra terza media inferiore. L’anno scolastico 2021 è iniziato, (a causa della pandemia), il 26 luglio 2021 (anziché a gennaio 2021) per concludersi a marzo 2022 (anziché a dicembre 2021). Sarà un anno (composto da soli 8 mesi di scuola con vacanze ridotte a 1 settimana tra un trimestre e l’altro), dunque molto intenso e concentrato sia per gli alunni, che per i maestri. Tutti devono dare il massimo! La “Boarding School” (permanenza fissa 24h degli alunni classe 8 da domenica sera a sabato mattina), costituisce un incremento dei costi che al momento, in modalità provvisoria, si sono tradotti nell’acquisto di 30 materassi e di cuscini, di un cuoco per la cena (prevista alle ore 20,00) e la colazione (prevista per le ore 6,00), di un patrono e di una matrona che assistono e controllano gli studenti dalle ore 17,00 alle ore 8,00. Sono incrementati anche i costi per l’acquisto del food per la cena e la colazione, mentre il pranzo è già in essere per tutti. Inoltre continuano per tutto l’anno scolastico i tutions (che comporta un incremento dei salari ai maestri). Uno sforzo notevole per l’Associazione S.K.O. per questo…

 

VI CHIEDIAMO PER FAVORE DI SOSTENERCI!

 

In particolare è necessario dar seguito alla raccolta fondi per la costruzione del dormitorio, in quanto la soluzione provvisoria che abbiamo adottato: far dormire le ragazze nella Staff House e i ragazzi nella Computer room, per il periodo agosto 2021 – fine marzo 2022, non è per niente adeguata: è provvisoria, in attesa di aver raccolto i fondi (ci auguriamo da luglio 2021 a dicembre 2021) per la realizzazione del DORMITORIO, la cui costruzione sarà realizzata dai primi di gennaio 2022 a fine marzo 2022.

 

IL COSTO DELL’EDIFICIO è DI € 25.000, A CUI AGGIUNGERE € 1.500 per L’APPROVAZIONE E GLI ONERI COMUNALI E INFINE L’ARREDAMENTO DI € 6.000: TOTALE € 32.500.- ABBIAMO SOLO 6 MESI DI TEMPO PER RACCOGLIERE FONDI E 3 MESI PER REALIZZARE LA COSTRUZIONE. È L’ULTIMO GRANDE SALTO DI QUALITA’ PER IL TABASAMU CENTRE. IL “SOGNO DI MARISA” SI COMPLETA! VI PREGO, AIUTATECI.

 

Non pensate che essendo la cifra alta, è irraggiungibile e disarmati abbandonate il progetto e l’idea di aiutarci: sono sufficienti pochi soldi da ognuno, con tanti benefattori: uniamo le forze tutti insieme, per favore.

 

 

La pianta dell’edificio, che è simmetrica, è costituita da due grandi camere di 10,20mt .x 6,60mt. Sia per maschi che per femmine, con i relativi servizi igienici e docce. Per camera possiamo mettere al massimo 28 alunni, per un totale di 56. È previsto un portico all’ingresso e un ampio corridoio per raggiungere la grande camera. Ai lati del corridoio ci sono la camera del patrono/matrona e il servizio igienico ad essi dedicato, con un grande armadio per deposito cuscini, lenzuola,… e l’occorrente per la pulizia (scope, detersivi, …). Mentre gli indumenti degli alunni staranno nei box metallici ai piedi dei rispettivi posti letto. L’edificio è molto semplice, ma provvisto di ogni cosa per dare un servizio completo agli alunni.

 

 

 

 

 

 

Nuovo IBAN: IT94K0306951270100000064816 


intestato a Solidarietà Kenya Onlus

 

NOTIZIE DAL KENYA

Secondo l’Oms solo il 6% della popolazione africana è vaccinato (un decimo rispetto alla media europea e statunitense), in nazioni come il Burundi il tasso di vaccinazione è lo 0,0025%. Il programma Covax, che avrebbe dovuto garantire due miliardi di dosi ai 145 Paesi più bisognosi, è per ora una nobile chimera. L’Africa ospita il 17% della popolazione mondiale, ma finora ha avuto accesso solo al 3% delle fiale globali. Se non eradicheremo il virus anche dai Paesi poveri, quello varierà e varierà ancora, ripresentandosi ogni volta sotto mutate e forse più micidiali spoglie. Il target per fermarlo è posto dagli scienziati a quattro miliardi e 800 milioni di immunizzati nel mondo.

 

Nel weekend 12 e 13.12 si è svolto il Festival Turistico e Culturale del Turkana che, dopo lo stop forzato dell’anno scorso a causa delle restrizioni della pandemia, è tornato a ravvivare una zona particolarmente segnata dalla siccità e dal lungo periodo senza turisti internazionali.   “Benvenuti a casa”, ovvero, pronunciato in dialetto Turkana: “Tobong’u lore”, che si è rivelato uno degli strumenti più efficaci e coinvolgenti per celebrare la pace e la commistione tra etnie. Turkana, Pokot, Samburu, Borana ed altri hanno portato i loro colori, le loro usanze e vesti tradizionali, bancarelle di artigianato e spettacoli di danze e musica sul palcoscenico naturale di Lodwar. il Presidente Kenyatta ha istituito questo festival per promuovere la pace e che presto nella zona inizieranno i lavori di tre dighe per risolvere l’annoso problema della mancanza d’acqua che affligge le popolazioni della regione.  

 

CORONAVIRUS e VACCINAZIONI IN KENYA

 

BOLLETTINO 06.12: I keniani non si recano nelle strutture preposte a vaccinarsi gratuitamente. Proprio non sono interessati e se qualcuno si vaccina perché obbligato per esempio dal datore di lavoro. L'OMS parlando del continente africano (la media totale dei vaccinati è 5%) ha chiamato in causa la mancanza di vaccini. In Kenya però le dosi ci sono, perché con gli ultimi arrivi di Moderna e Astrazeneca, sono oltre 10 milioni i vaccini disponibili, ma solo 7.5 milioni di keniani, dallo scorso mese di marzo ad oggi, si sono recati per la prima e la seconda dose e questi ultimi sono meno della metà dei vaccinati totali. Ci sono decine di migliaia di keniani che non si sono presentati per ricevere la seconda dose. Nel frattempo, la proposta inoltrata al parlamento di richiedere il passaporto vaccinale per ogni servizio pubblico, compresi hotel e ristoranti, si pensa non potrà essere attuata, proprio per la percentuale risibile dei vaccinati. Bloccherebbe il paese.

BOLLETTINO 15.12: Per quanto riguarda la variante sudafricana del virus, sono stati riscontrati i primi tre casi dopo controlli effettuati su altrettanti viaggiatori in arrivo dal Sudafrica, due cittadini keniani e un sudafricano.

BOLLETTINO 17.12: Anche il Kenya sta pensando di attivare le procedure per offrire ai cittadini che la richiedessero, soprattutto anziani, una terza dose di richiamo vaccinale, in seguito alla presenza conclamata della variante Omicron nel paese.  vaccini somministrati fino ad ora sono poco più di otto milioni, ma il Kenya ne possiede 23 milioni, quindi ci sarebbe possibilità, unitamente a chi ancora deve presentarsi per la prima dose o per la seconda, per iniziare a somministrare la terza dose. Proprio l’aumento delle scorte registrato nelle ultime settimane spinge i medici e i virologi a chiedere al Governo di incoraggiare i cittadini a recarsi nei punti vaccinali.

 

 

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO DEDICATO IL PROPRIO TEMPO PER AVERMI SEGUITO SIN QUI, PER CONTINUARE AD AIUTARCI, A PENSARCI, A VOLERCI BENE… A TUTTI UN GROSSO ABBRACIO, DA CLAUDIO from Tabasamu Centre

 

Nuovo IBAN: IT94K0306951270100000064816 


intestato a Solidarietà Kenya Onlus

 

2022  Solidarietà Kenya Onlus