newsletter settembre 2016

Cari lettori,in questa newsletter inizio a parlarvi di alcune IDEE che ho in animo di realizzare per il Tabasamu Centre: il disegno sottostante riguarda una PISTA di ATLETICA con SALTO in alto e in lungo, LANCIO del giavellotto e del peso, la cui posizione l’ho prevista tra il campo di basket e il Tabasamu Hall (salone eventi) e la cui realizzazione non ha solo lo scopo di completare l’aspetto sportivo del nostro Centro (già provvisto di campo di calcio, pallavolo e basket), ma di sanare una depressione del terreno che le grandi piogge (maggio e giugno) ed anche le brevi (novembre) producono la formazione di un acquitrino, quindi un necessario risanamento ambientale (l’acqua stagna favorisce la presenza notturna di zanzare). Sto sviluppando l’attività ludica dei nostri bimbi poiché la considero stimolante, (peraltro molto gradita ed apprezzata dai piccoli fruitori), la cui valenza non è solo per “scaricare” la loro vivacità esuberante giovanile (ne hanno bisogno stando in aula dalle 8,00 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 16,00 con intervallo di 15 minuti nella mattinata), ma soprattutto per la conoscenza ed il rispetto delle regole e del gioco di squadra, infine anche per il forte senso e orgoglio di appartenenza che genera tale dotazione al Centro, considerato “unico” nella zona, per completezza di “servizi” .Il costo non è tanto la pista in sé (non usiamo certo il Tartan, ma solo terreno costipato con aggiunta di legante); il problema è l’approvvigionamento del terreno per renderlo piano e a livello con l’innalzamento delle quote altimetriche. Se avremo disponibilità finanziaria, è programmata nel 2017.

Come sapete è già partito lo scorso giugno, e tuttora in corso, un torneo di calcio, ma per il 2017 ho in animo di organizzare anche un trofeo di atletica,dedicato a Marisa, come potete vedere il logo predisposto da Leonardo:

Se qualcuno tra voi lettori ha una conoscenza nell’ambito di una polisportiva italiana, che accetti di darci in donazione materiale inerente l’atletica, sarebbe un contributo favoloso per spronarci a perseguire tale obiettivo. A completamento dell’attività sportiva del Centro ho previsto nel 2017 (semprese le finanze lo permetteranno), la realizzazione di un “percorso vita” composto di quindici stazioni, come da figure sotto riportate (tratte da Zurich).Il percorso vita costituirà anche una buona soluzione agli allenamenti preparatori dei nostri bambini, impegnati nelle varie discipline sportive e verrebbe realizzato tra il Tabasamu Hall e la recinzione su strada (altra area da bonificare).

Sabato 03 e Giovedì 29 SETTEMBRE ci hanno donato medicinali, grazie da tutti noi:

Don Mario Cassar di Malta (foto sx)                                  le medicine dell’ Ass.ne U.S.A. “Imani Project” (foto dx)

Sister Justina, responsabile del nostro Tabasamu Dispensary, ogni due anni (così prevede la legge) deve partecipare ad un corso di aggiornamento per mantenere viva la propria license per continuare ad operare; abbiamo selezionato il corso considerato più adatto, che si tiene dal 02 al 07 ottobre a Nairobi, intitolato: “Course management of non communicable disecises – focus hipertension”. Infatti, mi riferisce che si presentano,negli adulti, sempre più casi di ipertensione; il costo è di kshs. 25.000.-una spesa non considerata nelbudget 2016, ma importante da effettuare. Domenica 04 SETTEMBRE  un evento esterno al Tabasamu Centre, ma di grande rilevanza per noi:Madre Teresa è stata proclamata Santa(la religiosa cui s’ispirava Marisa), considerata un«Modello di santità per i volontari»;il Papa ha tra l’altro detto:«Oggi consegno questa emblematica figura di donna e di consacrata a tutto il mondo del volontariato: lei sia il vostro modello di santità. Come ha fatto, lei, i volontari che servono gli ultimi e i bisognosi per amore di Gesù non si aspettano alcun ringraziamento e nessuna gratifica, ma rinunciano a tutto questo perché hanno scoperto il vero amore. Come il Signore mi è venuto incontro e si è chinato su di me nel momento del bisogno, così anch’io vado incontro a Lui e mi chino su quanti hanno perso la fede o vivono come se Dio non esistesse, sui giovani senza valori e ideali, sulle famiglie in crisi, sugli ammalati e i carcerati, sui profughi e immigrati, sui deboli e indifesi nel corpo e nello spirito, sui minori abbandonati a sé stessi, così come sugli anziani lasciati soli. Dovunque ci sia una mano tesa che chiede aiuto per rimettersi in piedi, lì deve esserci la nostra presenza e la presenza della Chiesa, con amore gratuito, libero da ogni ideologia e da ogni vincolo e riversato verso tutti senza distinzione di lingua, cultura, razza o religione, che porta la speranza all’umanità sfiduciata»….«Si è chinata sulle persone sfinite, lasciate morire ai margini delle strade, riconoscendo la dignità che Dio aveva loro dato» …. «Non esiste alternativa alla carità: quanti si pongono al servizio dei fratelli, benché non lo sappiano, sono coloro che amano Dio». Lunedì 05 SETTEMBRE visita al Tabasamu di NICOLA e GINA, con distribuzione della merenda:

Martedì 06SETTEMBRE abbiamo acquistato 30 sedie per il Tabasamu Hall, grazie al ricevimento di offerte raccolte da organizzazioni no profit che ci chiedono in uso il salone eventi per i loro meeting, nel segno dell’auto sostentamento e della condivisione del Centro; anche il 24 SETTEMBRE abbiamo acquistato altre 20 sedie, grazie alle offerte pervenute dall’uso del salone eventi, che risulta sempre più conosciuto e richiesto: interessante l’Associazione americana di dottori e infermieri, che hanno donato alla Comunità locale e a noi, medicinali; anche S.D.A.(7th Days Adventists) nel segno dell’apertura e non dell’esclusione. L’obiettivo è di raggiungere 100 sedie (ora ne abbiamo 70)sia in uso al Tabasamu Hall, sia in affitto giornaliero per cerimonie della Comunitàdi Majengo(matrimoni, nascite, funerali, celebrazioni varie):

                Le prime 30 sedie                        Le altre 20 sedie con Sidi che scrive dietro Tabasamu ad ognuna

Mercoledi 07 SETTEMBRE incontro conoscitivo a Malindi con Letizia,neo laureata in servizi sociali, di Verona e visita al Centro sabato 17,con Laura. Giovedì 8 SETTEMBRE abbiamo iniziato la COSTRUZIONE di una nuova AULA della PRIMARY SCHOOL, come ho anticipato nella newsletter precedente (donazione tramite Fondazione Rockefeller). Incredibilmente i lavori sono terminati il 29 c.m., grazie alla programmazione del cantiere, ormai consolidata negli anni tra Claudio e Ali, ma soprattutto grazie alla preparazione del cantiere sin dalla conoscenza(anticipata) della donazione:

La 5° aula “primaryschool” è finita: abbiamo lasciato le giunzioni ai muri per la 6° aula che inizieremo a breve …

Il soffitto in legno del “Tabasamu Hall” è quasi ultimato. Hamadi(padre di due bimbe che frequentano il Centro) è il falegname cui abbiamo affidato i lavori, con il suo team. Mancano solo le ultime cornicette trasversali ai giunti:

Intelaiatura a sostegno del soffitto in legno                                           Il soffitto (quasi) finito

Tra l’11 e il 17 SETTEMBRE abbiamo avuto i volontari Diletta e Stefano, un ritorno per loro: oltre a far divertire i bimbi, hanno dipinto il muro a lato ingresso con un bel disegno a fianco di quello di Sara e Fabio.

Diletta gioca con i bimbi                                                               Stefano gioca al pallone con i bimbi

Finito                         il disegno!                                                                    Merenda!

Grazie a Fabio P. che ha fatto avere al maestro Joseph il libro in lingua inglese che spiega le regole del gioco di calcio:

L’allestimento della Chiesa prosegue, anche l’artista Chachildi Kaembeniha concluso il dipinto della Madonna della Misericordia, protettrice e patrona della Chiesa. La Diocesi di Malindi ci fornirà un inginocchiatoio per il confessionale e l’armadio in sacrestia per il celebrante. In novembre ci sarà la consacrazione e la cerimonia ufficiale per l’apertura con la presenza del Vescovo di Malindi …. avrò tempo per altre decorazioni all’abside…

             Il dipinto della Madonna della M., L’interno, la statua, una delle 15 stazioni Via Crucis donate da amici italiani.

La targa a lato dell’ingresso.                                                                   I preparativi del coro e danze dei nostri bimbi

Venerdi 16 SETTEMBRE per la prima volta i nostri bimbi hanno partecipato alla celebrazione della S. Messa nella nuova chiesa; grazie al Parish Father Robert per la collaborazione settimanale con il Tabasamu Centre:

L’ingresso dei nostri bimbi                                     l’omelia dedicata ai bimbil’altare con l’allestimento donato dagli italiani

Venerdì23 SETTEMBRE visit aal nostro presidio, ormai divenuta a scadenza mensile, dei medici del Marikebuni Dispensary. Come anticipato non solo le vaccinazioni annuali ma vere e proprie visite sono effettuate soprattutto alle mamme gravide e alle mamme con neonati; nella foto stanno pesando un piccolo bimbo da poco nato:

Come annunciato nella newsletter precedente vi riporto la situazione scolastica di ABEDY E ANNAH al 2° trimestre: Annah (Baya Mammy), giunta al 4° e ultimo anno della Magarini Secondary School, non ha problemi: è brava e diligente e SKO il 03 settembre ha pagato il saldo delle school fees. Abedy (Ngala Nasoro), al 1° anno della Wiltrue High School di Gongoni, presenta risultati insufficienti. A dicembre decideremo la prosecuzione o meno dell’aiuto, su indicazione del Preside dell’Istituto e dei genitori, oltre dallo stesso.

            NGALA ABEDYNASORO risultati 2° trimestre                                     BAYA ANNAHMAMMY risultati 2° trimestre

A chiusura la “vista satellitare aggiornata”, con legenda, del TABASAMU CENTRE: ho piacere che fissiate l’immagine, perché fra qualche mese potrei richiamarvi l’attenzione per novità e idee che stanno maturando.

Un abbraccio solidale e un caro saluto: in lingua Swahili diciamo kwaheri, da Claudio e il Team del Tabasamu Centre.

2020  Solidarietà Kenya Onlus