Newsletter Giugno 2018

Essere altruisti richiede un passaggio mentale complicato che nessuno è più disposto a sostenere, essere egoisti invece viene naturale, è facile e non costa nulla. Per aiutare il prossimo occorre credere in un progetto comune, condividere un ideale, di Mauro Covacich (Corriere.it del 29.06.18)

Cari lettori, il rientro in Kenya, come sempre, è ricco di sorprese e quest’anno le grandi piogge, molto copiose dopo due anni di siccità, hanno procurato ingenti danni a tutto il paese, con inondazioni e alluvioni. Anche il Tabasamu Centre ha subito danni per le grandi quantità di acque piovane affluite dalla strada principale (Malindi-Marafa) da cui si accede (di livello rialzato per lavori di preparazione all’asfaltatura). Come ho sempre modo di dire ai volontari, quando parlo dell’Africa, la “natura è dominante” e l’uomo è destinato a soccombere, così è da millenni: “acqua, fuoco e vento”la fanno da padrone. Il nostro compito è non farci intimorire, non gettare la spugna, ma continuare ad investire per mettere in sicurezza il campound. Dunque la raccolta fondi scaturita dalle diverse cene solidali di maggio, è stata rivolta a questa emergenza: è previsto un costo di oltre un milione di scellini (circa € 10.000.-) per formazione recinzione in muratura, rialzo cancello con cunicolo in cemento armato per drenaggio acque, creazione scivolo al viale d’accesso, ecc ...:

 

La tribuna rovesciata del campo di calcio                           Il campo di calcio allagato

 

Il viale d’accesso e la pista atletica allagati

 

Il percorso vita allagato

L’assurdità, in questa situazione di allagamenti, è che la Mawasco, ditta che dovrebbe fornire l’acqua (potabile per i locali e sanitaria per noi wazungu), non la fornisce, per i cronici problemi di mancati pagamenti alla Kenya Power, ditta fornitrice di elettricità, per il funzionamento dell’impianto di estrazione a Baricho (bacino idrico del fiume Galana): in pratica il paradosso è che siamo alluvionati, ma senza acqua nei rubinetti!

Al mio rientro abbiamo approntato immediatamente i lavori per interrompere il flusso delle acque meteoriche, che continuano copiose anche nel mese di giugno. Questa stagione delle piogge sembra non voglia finire ...

 

Il sopralzo di 1 mt. del cancello principale con cunicolo passaggio acque Il dosso al cancelletto pedonale

 

La nuova lunga recinzione in muratura lato ovest

Nel mese di maggio abbiamo completato il sopralzo della muratura che divide l’area del dispensario dalla scuola, con la posa di blocchetti di cemento. Rimane la tinteggiatura che faremo quando si sarà stabilizzata la meteorologi

 

Come da programma, abbiamo realizzato anche i marciapiedi agli edifici, per proteggerli dall’umidità ascensionale:

 

Finalmente ho portato alcune donazioni effettuate da tempo in Italia, riguardanti la chiesa. Grazie ai donatori!

 

Ho portato anche quasi tutte le attrezzature per la maternità, donate da tempo da Fondazione Rockefeller:

 

Sabato 09 è venuto a parlarci Emmanuelche, peraltro in questo periodo, collabora con il Tabasamu C. tenendo lezioni a supporto dei maestri.L’indirizzo universitario scelto è per l’ottenimento di“bachelor of Technology in Electrical and Electronics Engineering” nell’università di Mombasa. Il costo di competenza dello studente è di € 450 per il primo anno di iscrizione (dura 4 anni). Come per Tobias, chiediamo ai benefattori che ci leggono, se possono aiutarci. Grazie.

Domenica 10sono arrivati da Loreto(Marche) i volontari Moreno odontotecnico, Anna Maria infermiera profess.le e Alice studentessa. Prima di raggiungerci hanno raccolto fondi con cene solidali, tra cui quelladegli ex alunni elementari con figli e pranzo con gli ex Convittori Ist. Profess. S. Benedetto del Tronto: grazie a tutti Voi per la Vs. generosità!

 

 

Ci hanno portato medicine e vitamine, vestiti, scarpe, pennarelli, bolle di sapone, palloncini, .... grazie!

Hanno giocato con i bimbi, facendoli divertire con bolle di sapone, palloncini, disegni, girotondi ...

 

 

 

Martedì 19 abbiamo donato la somma di ksh. 35.000 aIrene Kahaso di Kaembeni, 32 anni, che si trova all’ospedale Kenyatta di Nairobi per una neoplasia al seno. Già i parenti e conoscenti avevano raccolto ksh. 31.000.- ma ancora non è sufficiente per le cure e l’operazione chirurgica a cui dovrà sottoporsi per l’asportazione del seno: aiutateci per favore.

 

Mercoledì 20 abbiamo completato una panca in cemento attorno al “Kilifi tree” dell’area giochi della scuola materna. È uno spazio che le maestre già utilizzano per lezioni all’aperto, usufruendo delle bottiglie di plastica come sedute per i piccoli, che Marisa ed io nel 2011 avevamo posato nel suolo. Ora consumate:

 

Giovedì 21abbiamo ricevutouna donazione che mi ha commosso: in ricordo del magistrato Filippo Beatrice*, un gruppo di magistrati ci ha donato una raccolta fondi a favore dei nostri bimbi del Tabasamu Centre. Hanno voluto ricordarlo così: Uno dei modi, non il solo, per ricordare Filippo Beatrice, abbiamo voluto che fosse un modesto atto di bontà, quella, per usare le parole di V. Grossman, “senza testimoni, piccola, senza grandi teorie”. La bontà dell’uomo per l’altro uomo, “illogica, fortuita” e per questo eterna. Questi atti di bontà sono quelli che, per noi, meglio descrivono chi è stato Filippo e ne mantengono vivo il ricordo in tutti quelli – e sono tanti – che gli hanno voluto bene.GRAZIE!!

*A soli 59 anni il 13 giugno si è spento il procuratore aggiunto di Napoli, Filippo Beatrice. Il magistrato è stato stroncato da un male che l'ha ucciso dopo anni di sofferenze. Il magistrato è stato impegnato per anni nella lotta al crimine organizzato. Attualmente dirigeva il pool della Direzione distrettuale antimafia napoletana che si occupava dei clan cittadini dopo essere stato sostituto procuratore in passato nello stesso ufficio. Impegno contro i clan che ha continuato alla Direzione nazionale antimafia occupandosi proprio della sezione specializzata sui reati commessi dalla camorra. Ha legato il suo nome all'inchiesta “Calciopoli” insieme al collega Giuseppe Narducci. Lascia la moglie e magistrato Ida Frongillo e due figli.

Continuano i lavori di manutenzione elettrici ed idraulici. Per ottenere la corretta pressione d’acqua ai nuovi lavandini della mensa, abbiamo aggiunto un anello direttamente attaccandoci alla tubazione principale, con pozzetti per ispezione.

 

Le merende questo mese sono agevolate dai local mango, di cui i bimbi sono ghiotti, provenienti dal Royal Tulia Home:

 

Per agevolare i volontari riguardo la ricerca di voli, per raggiungerci in Kenya, comunico la possibilità offertaci da Silvia/CISALPINA VAAM: per noi di SKO molto importante perchè potete portare ben TRE valigie!

esempio su voli assolutamente casuali (di bassa stagione):  

ET 727 Q 03OCT malpensa-addis HK1       2250 0550+1          

ET 322 Q 04OCT addis-mombasa HK1       0910 1130   

ET 323 O 24OCT mombasa-addis HK1       1730 1950                                                                               

ET 702 O 24OCT addis-malpensa HK1       2345 0725+1 

tariffa volontari

€525.36+15€ diritti di agenzia

penale per cambio data : 

il primo cambio data NON ha penale -  se si trova posto nella stessa classe di prenotazione, 

cambi data successivi al primo € 120 di penale - se si trova posto nella stessa classe di prenotazione.

Qualora il cambio avvenisse in classi di prenotazioni diverse, seppure di economica, potrebbero essere richieste integrazioni tariffarie e di tasse. 

Penale per rimborso 120€

bagaglio in stiva : in andata 3 bagagli da 23 kg caduno - a persona; al rientro 2 bagagli da 23 kg caduno - a personabagaglio a mano 1 x 7kg 

(tariffa turistica : €566.36 - cambi data sempre 130eur ,penale per rimborso 180€ e bagaglio in stiva sempre 2 x 23kg)

Per i volontari in viaggio fino a 90giorni di soggiorno abbiamo la possibilità di aggiungere una spciale polizza sanitaria-bagaglio al costo di 12 € a persona

È stato richiesto alla compagnia Meridiana/Air Italy, che effettua questa tratta con volo diretto  Malpensa a Mombasa, di poter avere la tariffa per volontari. Oltre alla comodità del volo diretto, anche loro hanno tariffe per volontari più convenienti di quelle turistiche e permettono di portare 2 bagagli da 23 in stiva al posto di 1 solo consentito dalla tariffa turistica. 

Martedì 26 è stata deliberata dalla Fondazione M. Onlus di Milano la donazione concordata per la realizzazione dell’ampliamento della Primary School: due corpi edilizi, ad uso sala docenti e biblioteca/sala computer. Un sincero ringraziamento al Consiglio Direttivo tutto, in particolare a Riccardo E., promotore in seno alla Fondazione.

Martedì 26Oriana F.,volontaria efisioterapista, ha prodotto il documento sotto riportato,per favorire la raccolta fondi per l’arredamento e le attrezzature del nuovo reparto fisioterapico. L’8 settembre, Giornata Mondiale della Fisioterapia, avverrà l’inaugurazione del reparto fisioterapico e l’introduzione ufficiale della scienza fisioterapica, non ancora praticata e conosciuta a Kaembeni, con conferenza e partecipazione delle istituzioni locali. Sarannosei i componenti del Consiglio Direttivo dell’Associaz. A.I.FI.Lombardia, che staranno per due settimane e si relazioneranno con un fisioterapista del luogo per continuare i trattamenti dopo la loro partenza:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Mercoledì 27 Miriam, che verrà a trovarci il 30.08 insieme con William, ha organizzato una raccolta fondi per i bimbi del Tabasamu Centre. Plaudo per l’iniziativa, condotta con il contributo della madre e della sorella: Grazie! Iniziativa e fantasia sono gli elementi che hanno fatto crescere il Centro. Ha creato il pieghevole sottostante e ci ha inviato le foto dei contenitori delle offerte, da loro prodotti:

 

 

 

Vorrei porre all’attenzione dei lettori l’affascinante aspetto delle iniziative che assumono in proprio i nostri volontari, benefattori, amici e conoscenti e cogliere l’occasione per ringraziarli. Seppur sono maggiormente stimolati coloro che già conoscono il Tabasamu Centre, per la carica emotiva che i nostri bimbi conferiscono, il passa parola, unito alla buona volontà, al volersi dedicare agli altri, ai bisognosi, la stessa motivazione che ha spinto Marisa e Claudio a venire in Kenya, dimostra quanto può dare frutti importanti e insperati.

Già solo in questo mese Nicola R. con i suoi amici colleghi magistrati, Riccardo E. con la Fondazione di Milano, Oriana F. con l’Associazione dei fisioterapisti italiani lombardi e Miriam con la mamma e la sorella e la partercipazione anche dei volontari della Mensa del Padre Nostro di Castellanza, stanno producendo risultati stupefacenti. A loro il plauso di Solidarietà Kenya Onlus: GRAZIE PER CREDERE IN NOI E AL SOGNO DI MARISA, CHE HA SAPUTO TRASMETTERCI: FAR DEL BENE FA BENE!

In una società sempre più individualista, in cui il singolo soggetto (l’uomo) si sente al centro dell’universo, dobbiamo canalizzare le proprie risorse personali, culturali, educative, filosofiche e religiose. Sono gli aspetti valoriali che servono alla società, di cui è peraltro affamata. C’è sempre più bisogno di sentimenti, di amore, di condivisione, di pace, di serenità, di bontà, .... la Tecnica, la Tecnologia, la Politica, non ce le danno. Siamo noi stessi che dobbiamo coltivarle e svilupparle, per favorire un mondo migliore, più umano. C’è bisogno di spiritualità in ognuno di noi. Smetterla di guardare al proprio interesse, all’egoismo, alla ricchezza fine a se stessa, al benessere personale, edonistico.Una corsa contro il tempo ... per cosa?. Abbiamo bisogno di un nuovo umanesimo, del terzo millennio, che ci conduca verso un futuro migliore .... per tutta l’umanità, senza distinzioni.

 

Al Royal T. H. venerdì 29 giugno ore 7,00 a.m.: l’arcobaleno,che rappresenta la speranza di vita in Africa

2020  Solidarietà Kenya Onlus